La Corte di Cassazione con  la sentenza 20440/15 definisce legittimato il licenziamento del dipendente che si allontana dalla sede di lavoro, fondato sui rilievi del Gps installato sull'auto aziendale.

Per la Corte di Cassazione il datore di lavoro è legittimato a controllare l’operato del dipendente che lavora fuori sede attraverso il sistema g.p.s. e le guardie giurate.

I controlli c.d. difensivi, ovverosia volti ad accertare comportamenti illeciti, mancanze e atteggiamenti inidonei rispetto alla normale attività lavorativa, infatti, non sono da reputarsi vietati, specie se rivolti verso un lavoratore che svolga la propria attività al di fuori dei locali aziendali, cioè in luoghi in cui l’interesse a una corretta esecuzione della prestazione lavorativa è di più facile lesione, così come lo è l’immagine aziendale.

Così, con la sentenza in oggetto (qui allegata), i giudici hanno ritenuto legittimo il icenziamento intimato da un datore di lavoro che, con il sistema g.p.s. e con l’ausilio di un’agenzia privata di investigazioni, aveva accertato che il lavoratore, nello svolgimento della propria attività, si concedeva davvero troppe pause caffè, trattenendosi in bar e tavole calde fuori dalla zona di lavoro per colloquiare, ridere e scherzare con i colleghi.


Corte di Cassazione - Sent 20440-2015 - Legittimo Lic. provato anche con controllo Gps.pdf

© 2013 A.N.I.V.P. - copy watchAssociazione Nazionale Istituti di Vigilanza Privata e Servizi Fiduciari di Sicurezza - Privacy e Note LegaliCreazione: Altavilla Informatica e Carism