L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, nel ribadire che anche questi strumenti ricadono nell’ambito degli obblighi ex art 4 Legge 300/70, ha comunque chiarito che la procedura deve trovare un iter snello e veloce da parte degli ispettorati territoriali per la loro approvazione.

Entrando in funzione infatti ad allarme inserito non vi è la diretta possibilità di controllo sul personale.


Isp. Nazionale del Lavoro-nota 299-2017 - Videsorveglianza su allarme.pdf

© 2013 A.N.I.V.P. - copy watchAssociazione Nazionale Istituti di Vigilanza Privata e Servizi Fiduciari di Sicurezza - Privacy e Note LegaliCreazione: Altavilla Informatica e Carism